Arrivederci al prossimo anno

 

ANDERSEN FESTIVAL TRASFORMA SESTRI LEVANTE NEL PAESE DELLE FAVOLE PASSIONI IL TEMA DELL’EDIZIONE 2016
CHE HA AVUTO L’ALTO PATROCINIO DEL PARLAMENTO EUROPEO
IN PREPARAZIONE L’EDIZIONE PER I 50 ANNI DEL PREMIO
E I 20 ANNI DEL FESTIVAL

La sezione Realtà del mondo un omaggio alla Tunisia che comprende anche momenti musicali e conviviali, con l’incontro di Moncef Ben Moussa e Gad Lerner alla Baia del Silenzio e la non stop di incontri al Convento dell’Annunziata è uno dei momenti portanti della giornata di chiusura di questa diciannovesima edizione di Andersen Festival, il cui ultimo appuntamento sarà con il quartetto Balbontin, Bianchi, Casalino e Ceccon, uno spettacolo per chiudere col sorriso sulle labbra questa cinque giorni ininterrotta di appuntamenti.

Promosso dal Comune di Sestri Levante e a cura di Artificio 23, con la direzione artistica di Leonardo Pischedda, anche in questo 2016 il Festival si avvia a raggiungere le 60.000 presenze, 60.000 spettatori animati dalla ricerca delle più diverse Passioni –il tema di Andersen Festival 2016.

Grande infatti il successo per gli incontri nella Baia con Ambra Angiolini accompagnata dagli Gnu Quartet, per lo spettacolo musicale di Neri Marcorè, che si è speso con generosità alternando musica e monologhi fino a notte fonda, per l’incontro con Umberto Galimberti, che ha tenuto inchiodati sulla spiaggia, a discutere di filosofia, centinaia di persone. Momenti di grande coinvolgimento nelle piazze con gli artisti di strada, provenienti da tante parti del mondo: il re dello humor nero inglese, grande giocoliere, Andy Snatch (Uk), le gemelle canadesi Les Soeurs Kif–Kif, l’affascinante argentino Fernando Pose, in meraviglioso equilibrio fra tango e acrobazia, i Gentlemen of the road Chipolatas, il fantastico duo giapponese Witty Look e Chris Lynam (Uk), uno degli artisti di strada più amati e conosciuti dal pubblico di Andersen Festival.

E ancora grande affluenza per gli spettacoli per bambini e i racconti sotto il fico al Convento dell’Annunziata, un continuo tutto esaurito per gli artisti del Teatro della Tosse e del Teatro del Piccione, per gli Jashgawronsky Brothers.

È quindi sotto i migliori auspici che si comincia a progettare l'edizione del 50° anniversario del Premio e del 20° del Festival già allo studio del Comune e degli organizzatori.